Matteo Castaldo

Laureato in fisioterapia presso l’Universita di Parma nel 2007, con votazione 110/110 con tesi “Relazione tra i disturbi temporo-mandibolari e sindrome da colpo di frusta”.

Si è specializzato in terapia manuale ortopedica, secondo il concetto “Kaltenborn” e seguendo numerosi corsi dell’Ola Grimsby Institute (USA).

Ha frequentato i corsi dell’ “Ackermann Institute” di Stoccolma (Svezia) di osteopatia strutturale e chiropratica “soft”, oltre ai corsi della “Spinal Manipulation Institute” del Prof. J. Dunning (USA).

Si è interessato sin dall’inizio della sua attività clinica delle cervicalgie (colpo di frusta e non traumatiche) e delle cefalee, lavorando presso strutture private come terapista manuale.

Nel 2017 ha conseguito un dottorato di ricerca (PhD) in “biomedical sciences and engineering” presso il S.M.I. (centro di interazione sensori-motoria) dell’Aalborg University in Danimarca, dal titolo “Sensitization in neck pain: a comparison between whiplash and mechanical neck pain subjects”.

Attualmente lavora come ricercatore presso la Facoltà di Medicina dell’Aalborg University, occupandosi di ricerca scientifica nell’ambito delle cefalee, collaborando con diversi centri di ricerca internazionali (Danimarca, Spagna, Inghilterra, Australia)

La lista delle sue pubblicazioni scientifiche può essere vista su questo link

Insegna presso il “Master in Fisioterapia applicata allo Sport” dell’Università di Siena e presso il corso di Laurea in Fisioterapia dell’Università di Parma come docente di corsi sui Trigger Points nelle patologie neuro-muscolo-scheletriche.

Inoltre svolge attività didattica tenendo corsi per fisioterapisti e medici sui Trigger Points, sulle patologie del rachide cervicale, e sulle cefalee, oltre che a tenere relazioni in numerosi convegni in Italia e all’estero.